Tatuaggi e freestyle

TATTOOSHOW

Tatuaggi e freestyle
scalda i motori
la maxi convention

OLBIA

Tra corpi tatuati e moto volanti. E poi un grande concerto sul mare, con alcuni di quei nomi capaci di fare il classico tutto esaurito. Per il prossimo luglio la città si candida a diventare la capitale dei tatuaggi. E lo farà con il maxi evento «Olbiatattooshow». Tre giorni di convention, acrobazie di freestyle motocross, feste, cantanti e dj. La macchina organizzativa è in moto già da un po’. L’evento è promosso da un insieme di privati, ma trova il sostegno dell’amministrazione comunale, con il sindaco Settimo Nizzi e l’assessore al Turismo Marco Balata in prima fila. Una grande festa che è una parente stretta del «Tattoo Expo» di Bologna. In cabina di regia ci sono le società Lebonsky Agency, Daboot, El Rana, Glory Bound, World famous e Apple laboratory, con Marco Leoni come art director. Il tutto andrà in scena dal 20 al 22 luglio. La location sarà il waterfront e saranno occupate le aree dei moli Brin e Bosazza, mentre il museo archeologico sarà il cuore pulsante dell ‘intera manifestazione.

La convention.

A Olbia sbarcheranno alcuni dei migliori tatuatoti del mondo, sia nazionali che intemazionali. Tutti prenderanno posto al museo, dove chiunque potrà sottoporsi alla loro arte. Non mancheranno gli special guest. Come per esempio Arian Pi Bangkating. monaco buddista thailandese specializzato in uno dei principali stili legati alla spiritualità: il Sak Yant. E ci sarà anche il giapponese Horiyoshi Jisshi Kensho Fifth, un mostro sacro della tecnica Tabori. Inoltre arriverà a Olbia anche Brent Mccown, neozelandese, con 30 anni di carriera alle spalle, specialista nello stile Tamoko e Tatau. Infine ci saranno Luckyhell, una artista che ingoia spade e pugnali, e Matt Gone, un uomo con il 98 per cento del corpo tatuato, per un totale di 500 ore di sedute.

Musica e moto.

La sera andranno in scena diversi spettacoli. Per sabato 21 è previsto un concerto con artisti di livello nazionale, ma sui nomi è ancora top secret. E poi ancora dj-set e biker fest, con l’esposizione di auto e moto soprattutto americane. A proposito di biker, è in programma un evento di freestyle motocross curato da Daboot, con spettacolari acrobazie lungo una speciale pista allestita al molo Brin. Infine una sessione di mototerapia, cioè uno spettacolo per diversamente abili che potranno provare l’ebbrezza di salire in sella a una moto. Su Facebook circola già anche il logo della manifestazione: un mamuthones stilizzato con accanto un gallo e il faro di Olbia alle spalle. (db.)